A Europe Situation

DISCLAIMER: Questo post, come altri prima, vuole essere un aiutino per le nuove leve che hanno voglia di cimentarsi con la professione saltandosi le (dis)avventure che stanno toccando a me in questi bellissimi anni di incubi. Mi consolo con il detto chi non fa, non falla, ma invito chi avesse interesse a completare le parziali e romanzate informazioni qui fornite, a farsi avanti.
E sono ora a esporvi i fatti.

Risulta che in questa giornata cominciata con il coltello in mezzo ai denti e non ancora finita, mi ha chiamato un vecchio contatto belga che pensavo di aver perso per sempre, chiedendomi dove fossi finita, perché vuole a tutti i costi che io lavori con loro. Incredibile ma succede.
Gli ho risposto che sempre qui, e dove vuoi che vada, ho scolpito le mie chiappe sulla sedia, passa Magica Clippy quattro volte alla settimana a controllare che non abbia fatto le ragnatele e la muffa che segna il nord ecc ecc. Ma -ohibò!-, l’amico belga mi ha detto che -numi celesti!- la mia partita IVA che somiglia tanto al numero di cellulare del Principe Filippo -che so a memoria dalle medie, parliamone-, in buona sostanza passata Lugano vale quanto il numero di cellulare del Principe Filippo, per l’appunto. Per fatturare intra-UE serve il VIES, che sa tanto di verbo latino e che quindi già mi sta un po’ sull’anima, che ovviamente non ti rilasciano subito, ma dopo un comodo mese, ché siamo sempre in Italia. E intanto il belga che diventa beluga, e che non so se mi aspetterà fino al giorno del Piave, ma è più probabile di no.

Prince-Phillip-David-Beckham-disney-35681_1920_1248

Allora vorrei dire due parole a tutti quelli che si sono inventati l’Unione Europea. Che si sono inventati l’Euro, costringendomi a imparare che 1€=1936,27 lire. Che piantano delle sceneggiate della miseria per la giraffina abbattuta allo zoo ma danno il permesso di somministrare l’eutanasia ai bambini Che si sono inventati che con la carta d’identità puoi andare dove ti pare, ma con il timbro del rinnovo diventa una specie di reference letter del demonio che nessuno vuole toccare. Che hanno deciso che siamo tutti una grande famiglia, però non ci hanno detto che il ruolo del papà l’avrebbe avuto Angela Merkel, e che noi saremmo stati comunque i figli di mezzo, quelli né carne né pesce, né Grecia né Scandinavia. Due parole, amici miei. Che oltretutto grazie al Cliente del Cuore vi conosco molto bene, dal primo all’ultimo, dai trapassati agli attualmente in carica. Due parole soltanto.

MINCHIA e STRAMINCHIA. 

82i98

Cordialmente un corno

Wendy

PS: Amici belli, per queste cose serve un commercialista. Non ci provate neanche, a fare da soli, a meno che non abbiate incontrollabili istinti masochisti, nel qual caso prima del commercialista cercate altro tipo di aiuto.
PS2: E comunque io quando vado a fare la spesa mi faccio ancora il calcolo di quanto costa in lire la panna da cucina e tutto il resto. E duecento lire i sacchetti di amido che ti si sbragano in mano appena esci dalla Conad è un furto conclamato.

Tiè.

media-6829-w700-q100

2 thoughts on “A Europe Situation

  1. Io misuro l’inflazione dal costo ormai esorbitante di quello che è diventato un bene di lusso. L’ovetto Kinder.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s