Comma-sutra

Forse per lo stesso principio per cui su Tumblr impazzano foto-capolavori di ragazzini armati di Reflex sottotitolati da importanti frasone d’amore, o gruppi Facebook con quattro righe di titolo ispiratissimo a tutte le profondità dei sentimenti, varrebbe la pena soffermarsi anche su una nuova parte espressiva del linguaggio. Quella su cui non batte il sole, per capirci. Da qui in poi qualsiasi doppio senso è da considerarsi un malaugurato caso della sorte.
tumblr_mvnbm4OMBX1ssxpt6o1_500Non so se vi è mai capitato di avere a che fare con dei baldi giovani in tentativo di approccio sui social network. A me purtroppo spesso (e come ho già avuto modo di dire, alle volte invidio la mia vita virtuale). Comincia tutto con un Ciaooooo di diverse dimensioni di O, seguito dall’immancabile emoticon😉 . E comincia il porno. Loro si sentono molto Robert Downey Jr, ma provate a immaginare che effetto farebbe vedere un vostro collega, o il vostro capo, farvi l’occhiolino ogni tre parole mentre conversate davanti alla macchina del caffè:

– Buongiorno😉
– Buongiorno…
– Allora tutto bene? Hai visto che hanno portato le scrivanie nuove?😉
– Ehm, sì, ho visto.
– L’hai già provata?😉
– No, sai, ero a piazzare un ordine in un altro ufficio.
– La prossima volta che piazzi un ordine dimmelo che vengo anch’io😉
C r e e p y. Nel senso, al primo che mi fai ho capito, se me ne fai due ho fugato ogni dubbio per i secoli dei secoli amen, ma ogni tre parole un occhiolino? Inquietante, perlomeno. Viscido.

Gabriel-Garko_650x435Stesso discorso valga per i puntini sospensivi, un sacco di moda su whatsapp e chat varie. Cari maschietti, parliamoci fra noi: se la vostra interlocutrice (come nella grande maggioranza dei casi) non stampa una O con un bicchiere, probabilmente questa suspense risulterà molto affascinante. Così misterioso, così vago… Ecco, ma se la vostra partner, o nelle vostre speranze presunta tale, ha ricevuto un livello di educazione maggiore/uguale alla terza media, rendetevi conto che non può andare bene. Cioè, non mi fate per niente Gabriel Garko se mi appendete ogni finale a duecento puntini di sospensione (sì, perché i bulimici della punteggiatura abbondano di puntini di sospensione quasi quanto mancano di apostrofi):

– Sai, stamattina sono stanco………….. sono andato a mettere le gomme da neve…………. ufffffff!!!!
– Hai fatto bene, ci sono quindici metri di neve e una lastra di ghiaccio per terra che hanno visto girare Carolina Kostner con le catene ai pattini, sai.
– Sì ma………. adesso………….. ho un gran freddo………. e tu sai cosa vorrei per scaldarmi……….
Un tuffo nella stufa a pellet?

Annex - Gable, Clark_26Poi ci sono quelli che punteggiano il tutto come se stessero continuamente scrivendo su Twitter (nodo al fazzoletto per me). Quelli che hanno mangiato pane e Morse a colazione, che ti verrebbe voglia di infilare la conversazione in uno di quei programmi di riproduzione vocale per sentire cosa viene fuori. Ma nella loro testa, suona tutto tremendamente possessivo-virile-petto villoso-“Tu sei mia” stile Clark Gable. Ma proprio no.

– Dimmelo. Mi raccomando.
– Cosa devo dirti?
– Quando torni a casa. Devo saperlo. Subito.
– …ma perché?
– Lo sai che non mi piace quando giri da sola. Ne abbiamo già parlato.
– Ma sei arrabbiato?
– No. Ma non sono tranquillo, Rossella.
– Va bene, Rhet, ti scrivo, ma stai allegro…

The-Village-J-Phoenix-1-1Poi c’è l’uomo che non deve chiedere, dire, favellare, parlare, proferir verbo, qualunque cosa, l’importante è che sia mai. Quelli che una parola è troppa, e due manco a parlarne, che devi prendere una cartina tornasole, un interprete di lingua dei segni, un lettore madrelingua di braille, un addetto alla segnaletica manuale degli aeroporti e un dado a trentasei facce per capire cosa stanno cercando di dirti. Un effetto Joaquin Phoenix – The Village da rabbrividire, che manco le creature innominabili.

– Eddai, ammettilo che ti sono mancata!
– No.
– No che non lo ammetti o no che non ti sono mancata?
– Mai.
– Beh dai, mi piaci quando sei loquace…
– Lo so.
– Cretinetti
– Già. Per questo mi ami.
– Come scusa…?

In buona sostanza, cari maschietti. Bravi voi che avete trovato tutte queste maniere espressive e simil-grafiche di comunicare il vostro interesse verso la femmina della vostra specie. Però, soprattutto stante l’ambito in cui ci stiamo muovendo, anche la punteggiatura va dosata con grazia e delicatezza. E ora vi lascio con la mia gallery di textual puns, raccolta come sempre passeggiando per il web.

Wendy

7139_438136989602724_1890615697_n

47979_622718297756819_1767372115_n

72353_428062687276821_912833392_n

155338_370563119693445_1017437637_n

389422_519367968082198_339174315_n

394920_397132910369799_1379055152_n

@Scheherezade_SL

484154_433478876735202_1881207607_n

545314_370794983003592_1378412786_n

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s